LIFE EREMITA

Cos'è un progetto LIFE?

Uno strumento con cui l'Europa finanzia "l'ambiente"

Logo UE commissioneLIFE è il programma dell’Unione Europea dedicato all’ambiente, che ha l’obiettivo generale di contribuire all’implementazione, all’aggiornamento e allo sviluppo della politica e legislazione ambientale dell’Unione Europea, attraverso il cofinanziamento di progetti di valore e rilevanza comunitari. Il programma ha avuto inizio nel 1992, un anno che è coinciso con il Summit di Rio e che è stato decisivo per la presa di coscienza da parte dell’opinione pubblica e dei governi della necessità di proteggere l’ambiente. Il disastro di Chernobyl, il buco nell’ozono, il cambiamento climatico, la perdita della biodiversità hanno dato una spinta determinante allo strutturarsi, in breve tempo, di una politica e di istituzioni europee espressamente dedicate alla tutela ambientale. Sempre al medesimo anno risale l’emanazione della direttiva europea 92/43/CEE “Habitat”, per la “Conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche”.

Dal 1992 si sono succedute diverse programmazioni LIFE, che hanno consentito il cofinanziamento di più di 4000 progetti, fino al più recente LIFE 2014-2020, basato sul Regolamento UE n. 1293/2013, che istituisce il Programma per l’ambiente e l’azione per il clima e ha come obiettivi:

  • contribuire al passaggio verso un’economia più efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici;
  • concorrere alla protezione e al miglioramento dell’ambiente, così come all’interruzione e inversione del processo di perdita di biodiversità, anche attraverso il sostegno alla Rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione Europea;
  • promuovere l’integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche e nella pratica nel settore pubblico e privato;
  • sostenere maggiormente la governance ambientale e in materia di clima a tutti i livelli;
  • cooperare all’attuazione del settimo Programma d’azione per l’ambiente “Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta”.

Erede del precedente programma LIFE+, la nuova programmazione offre un ampio ventaglio di tipologie di progetti e tematiche di lavoro. Con una dotazione finanziaria pari a quasi tre miliardi e mezzo di euro, è strutturata in due sottoprogrammi: “Ambiente”, con tre aree prioritarie (Ambiente ed efficienza delle risorse, Natura e Biodiversità, Governance e informazione ambientale), e “Azione per il clima”, con altre tre aree prioritarie (Mitigazione del cambiamento climatico, Adattamento al cambiamento climatico, Governance del clima e informazione in materia climatica).

Tra le novità di questa edizione, spicca la possibilità di presentare, accanto a “progetti tradizionali” che riproducono sostanzialmente le caratteristiche dei progetti LIFE+ 2007-2013, anche altre tipologie di progetti: pilota, dimostrativi, di buone pratiche, integrati, di assistenza tecnica, di rafforzamento delle capacità, preparatori, di informazione, sensibilizzazione e divulgazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/05/12 15:10:00 GMT+1 ultima modifica 2018-12-18T11:50:28+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina