Shaping fair cities

I progetti vincitori del bando SFC nella nostra Regione

I 24 progetti finanziati per la comunicazione e sensibilizzazione sugli obiettivi di sviluppo sostenibile in Emilia-Romagna

Nell'ambito di Shaping Fair Cities sono stati finanziati 24 progetti proposti dagli enti locali della nostra Regione (Comuni, Città metropolitane ed Unioni di Comuni) per la realizzazione di campagne di comunicazione, disseminazione ed eventi con lo scopo di informare e sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 a livello locale e globale.

MAPPA RER.jpeg

Nello specifico, i progetti sono:

1) GOAL 2030 - GIOVANI E CITTÀ PER L'AGENDA 2030 

Capofila: COMUNE DI BOLOGNA  

Il progetto vuole contribuire alla localizzazione dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) promuovendo il ruolo cruciale delle Amministrazioni Pubbliche e integrando l’Agenda 2030 nelle politiche locali. In particolare, il progetto si muove su due assi principali: da un lato, mira a migliorare le conoscenze e la consapevolezza della cittadinanza per una maggiore comprensione critica dell’Agenda 2030 ed in particolare degli OSS 5, 11, 13, 16 e 17, con un’attenzione specifica alle questioni di genere e migrazione; in secondo luogo, intende mobilitare i cittadini per l’attuazione a livello locale dell’Agenda 2030 attraverso una campagna di comunicazione innovativa ed efficace costruita in maniera partecipata, con un linguaggio di genere e capace di raggiungere la popolazione migrante dei territori di riferimento. 

Scarica > la scheda completa (pdf70.31 KB)

Link al progetto www.fondazioneinnovazioneurbana.it/progetto/goal2030


2) SFR - SHAPING FAIR RAVENNA 

Capofila: COMUNE DI RAVENNA  

L’obiettivo generale del progetto è favorire e promuovere la conoscenza e la sensibilità della cittadinanza del territorio di Ravenna rispetto l’Agenda 2030 e gli obiettivi prioritari per il progetto Shaping Fair Cities (in particolare OSS 5, 11, 13, 16), avendo cura di trattare le tematiche trasversali delle migrazioni e della parità di genere. La proposta è in linea con quanto previsto dal Piano Esecutivo di Gestione triennale 2019-2021 del Comune di Ravenna per quanto concerne le Politiche per l’Immigrazione, in particolare per la promozione di iniziative di educazione alla pace, di conoscenza e sensibilizzazione rispetto ai diritti umani, e per il miglioramento del processo partecipativo civico fra istituzioni e comunità migranti, la cittadinanza attiva e la promozione della partecipazione dell’associazionismo alla vita della città.  

Scarica > la scheda completa (pdf79.86 KB)


3) G8 - GREEN IS THE COLOR - OTTO COMUNI IN VERDE 

Capofila: UNIONE RENO GALLIERA 

Il progetto GREEN IS THE COLOR aspira a rendere le nostre comunità più sostenibili e sicure, sia sul piano della convivenza civile sia sul piano ambientale. Per farlo, prende le mosse da alcune delle preoccupazioni e dei bisogni rilevati tra le persone che popolano il territorio della pianura bolognese, quali l’ambiente, la viabilità, la sostenibilità, l’integrazione e la sicurezza, e lo fa mettendo in campo risorse importanti: la ricca realtà associativa da un lato, e l'esistenza di politiche e progetti già in essere che hanno "solo" bisogno, per una loro piena realizzazione, di una comunicazione adeguata. Il progetto promuove un coinvolgimento ampio di cittadini e riserva una particolare attenzione alle donne, italiane e straniere, di cui valorizza il ruolo centrale per la sostenibilità e la sicurezza delle comunità: donne in generale come portatrici di buone pratiche, e donne straniere, in particolare, come mediatrici tra le comunità d’origine e quella di arrivo.

Scarica > la scheda completa (pdf83.42 KB)


4) VALSA - VALSAMOGGIA OBIETTIVO 2030

Capofila: COMUNE DI VALSAMOGGIA  

Il progetto intende utilizzare attività culturali per la diffusione degli obiettivi dell’Agenda 2030 in particolare per fare accrescere consapevolezza sulle tematiche dell’uguaglianza di genere, della promozione di un mondo di pace e giustizia sociale, con l’uso di approcci partecipati. Si ritiene che alcune tipologie di attività culturali (performances teatrali, attività espositive, spettacoli musicali), ovvero laboratori e convegni, piuttosto che alcuni strumenti di trasmissione, contatto e comunicazione (performances partecipate, call per attività culturali, creazione di documentazione video dei percorsi culturali intrapresi) possano incidere da un lato ad aumentare le conoscenze dei singoli e di gruppi verso gli obiettivi dell’Agenda 2030, dall’altro a stimolare associazioni e decisori politici ad intraprendere attività concrete per l’abbattimento delle disuguaglianze.

Scarica > la scheda completa (pdf71.36 KB)


5) FF 2030 - FERRARA FAIR 2030 

Capofila: COMUNE DI FERRARA  

Il progetto FF 2030 del Comune di Ferrara si pone come obiettivo generale la promozione di una comprensione critica dell’AGENDA 2030 attraverso un coinvolgimento effettivo dei decisori locali, funzionari pubblici, mondo accademico, organizzazioni di base e cittadini, nel rispetto della coerenza delle politiche per lo sviluppo all'interno del processo decisionale locale. Verranno promosse attività di comunicazione e sensibilizzazione in ottica innovativa e partecipata, utilizzando la pluralità di media disponibili tra cui “piazza social” e canali social (pagina Facebook e Instagram dedicati) ma anche luoghi di aggregazione fisici come piazze e spazi commerciali. 

Scarica > la scheda completa (pdf70.58 KB)


6) CALENDASCO E SARMATO NEL 2030 

Capofila: COMUNE DI CALENDASCO 

Il progetto si propone di informare, sensibilizzare e mobilitare i cittadini per l’attuazione di due obiettivi strategici dell’Agenda 2030: rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi, sostenibili (città sostenibili e resilienti) e promuovere azioni per combattere il cambiamento climatico (agire per il clima). I temi sui quali il progetto si focalizza sono in particolare due: la riduzione della produzione di rifiuti, soprattutto di plastica monouso, e la tutela e la valorizzazione degli alberi come elemento chiave per contenere la Co2, migliorare la qualità dell’aria e, in ultima istanza, mitigare gli effetti più nefasti dei cambiamenti climatici in corso. 

Scarica > la scheda completa (pdf70.28 KB)

Link al progetto calendascoesarmato2030.partecipa.online


7) EMERGENZA TERRA: INCONTRO, CAMBIAMENTO, AMBIENTE  

Capofila: UNIONE DEI COMUNI SAVENA IDICE 

L'obiettivo generale è quello di incentivare i cittadini del territorio dell'Unione dei Comuni, attraverso la loro creatività, ad essere interpreti degli obiettivi previsti dall'Agenda 2030, trasmetterne i contenuti e contribuire a una crescita estesa della loro conoscenza. Con questo progetto si intende costruire una campagna di comunicazione partecipata coinvolgendo in maniera particolare le giovani generazioni, valorizzando l’importanza dell’educazione ambientale quale strumento per cambiare comportamenti e modelli attraverso scelte consapevoli orientate allo sviluppo sostenibile. 

Scarica > la scheda completa (pdf87.86 KB)


8) TERRE D'ARGINE - UNITI PER IL SOSTENIBILE  

Capofila: UNIONE DELLE TERRE D'ARGINE  

L’Unione delle Terre d’Argine intende realizzare una serie di azioni di comunicazione, approfondendo in particolare gli obiettivi di sviluppo sostenibile n.11 (città e comunità sostenibili, sicure, resilienti e inclusive) e 13 (azioni per combattere il cambiamento climatico) che concentra sulle comunità urbane alcuni dei temi più importanti dell’Agenda 2030 (contenuti anche in altri OSS). Nella realizzazione della campagna l’Unione Terre d’Argine sarà supportata da AIMAG Spa (di cui tutti i comuni appartenenti all’Unione sono soci), azienda multiutilities che gestisce servizi nel settore energetico, idrico, ambientale e tecnologico nei comuni dell’Unione.  

Scarica > la scheda completa (pdf93.45 KB)


9) ARGENTA SUSTAINABLE TARGETS 2030 

Capofila: COMUNE DI ARGENTA

L'obiettivo del progetto è comunicare l'Agenda 2030 per contribuire a livello locale alla sua realizzazione. Si intende aumentare la consapevolezza di cosa sia l'Agenda, di quali siano i suoi Goal e i relativi Target, attraverso azioni che contribuiscano a realizzare nel tempo l'Agenda quale orizzonte di riferimento del governo locale. L'obiettivo di disseminazione della conoscenza dell'Agenda prima della realizzazione di alcuni Target si fonda sul fatto che la sostenibilità passa certamente per azioni di politica anche locale, ma innanzitutto per un cambiamento di ordine culturale, attraverso un apprendimento diffuso. Al fine di poter concretamente incidere sulla realtà locale sarà necessario un percorso partecipato su alcuni Target perseguibili per il comune di Argenta, quindi attivare processi di monitoraggio.

Scarica > la scheda completa (pdf84.28 KB)

Link al progetto > Argenta2030


10) CITTÀ IN CAA: PER UNA COMUNICAZIONE URBANA ACCESSIBILE 

Capofila: COMUNE DI RUSSI

L’obiettivo del progetto Città in CAA è quello di creare una rete di ambienti civici accoglienti e leggibili per tutta la comunità e nello specifico per chi sperimenta barriere comunicative e relazionali. 
In modo particolare, il progetto si propone di sensibilizzare la comunità, gli operatori del settore e i responsabili di servizi pubblici e privati sulla modalità di relazionarsi e supportare chi ha difficoltà di comunicazione tramite una formazione specifica e la realizzazione di strumenti di comunicazione visiva a supporto della comunicazione verbale. 

Scarica > la scheda completa (pdf86.96 KB)

Link al progetto > www.comune.russi.ra.it


11) FUTURO GREEN 2030 - UN FUTURO GREEN PER LA BASSA ROMAGNA 

Capofila: UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA 

“Un futuro green per la Bassa Romagna” nasce come un progetto quadro, ambizioso, che intende affiancare i processi di pianificazione e progettazione collegati al Piano Energetico e alle attività previste dal PAES della Bassa Romagna, a seguito dell'adesione al Patto dei Sindaci, con un percorso di creazione di valore sul tema del risparmio energetico e della riduzione di emissioni di Co2, in linea con gli obiettivi allora fissati dall’Agenda 2030. L’obiettivo generale, a lungo termine, è di diffondere una nuova sensibilità e incidere, di conseguenza, sugli stili di vita delle persone e delle imprese della Bassa Romagna rispondendo ad un’esigenza di conoscenza dei temi legati al risparmio energetico, alla condivisione di stili di vita maggiormente sostenibile e all’individuazione di progetti e servizi che possono contribuire a radicare una sempre maggiore consapevolezza dell’ambiente in cui viviamo. 

Scarica > la scheda completa (pdf57.98 KB)


12) 2030 YES WE GO 

Capofila: UNIONE DEI COMUNI MODENESI AREA NORD

L'Unione Comuni Modenesi Area Nord, per il tramite del Servizio Centro di Educazione Alla Sostenibilità "La Raganella" ha definito una linea operativa per portare in otto comuni del territorio (Mirandola, Cavezzo, San Possidonio, Concordia, San Prospero, Medolla, San Felice e Camposanto) alcuni degli obiettivi definiti nell'Agenda 2030.  
Da anni l'Unione Comuni Modenesi Area Nord - Centro di Educazione Alla Sostenibilità "La Raganella" lavora sia nelle scuole con progetti didattici sulla sostenibilità sia con i cittadini con eventi ed iniziative ecologiche che si concretizzano pienamente nei GOALS dell'agenda 2030.  

Scarica > la scheda completa (pdf68.85 KB)


13) M.A.P. - MONDI, ALFABETI, PERSONE 

Capofila: COMUNE DI NOVELLARA  

Il progetto M.A.P. intende promuovere una rassegna culturale in grado di sensibilizzare e di coinvolgere i cittadini creando occasioni di confronto e dialogo su interrogativi quali: legami, relazioni, identità, appartenenza, scenari di sviluppo futuri, prospettive sostenibili. M.A.P. – Mondi, Alfabeti, Persone è la possibilità di orientarsi, di fermarsi a riflettere sulla situazione attuale, di guardare oltre con un intreccio di creatività, innovazione e progettualità. Intende provare a costruire una visione sistemica che metta in evidenza le buone prassi che possano essere implementate a livello locale rispetto ad un periodo di grande crisi a livello globale, intende provare a capire e cercare possibili vie di uscita, nuovi sentieri da percorrere e nuovi orizzonti. 

Scarica > la scheda completa (pdf76.33 KB)


14) MARANELLO AGENDA 2030 

Capofila: COMUNE DI MARANELLO

Promuovere la conoscenza dei 5 specifici Obiettivi di Sostenibilità (SDGs) dell’Agenda 2030 ONU oggetto del Progetto Shaping Fair Cities (SFC) verso vari Stakeholders del territorio di Maranello, utilizzando un approccio integrato di attività di formazione, comunicazione multi-canale, Stakeholder Engagement, divulgazione, come base culturale di supporto per azioni di sostenibilità con approccio locale-globale. 
Il progetto mira in particolare a coinvolgere migranti, mondo del volontariato sociale, imprese sociali, dipendenti pubblici.  

Scarica > la scheda completa (pdf76.45 KB)


Gli ulteriori 10 enti della nostra Regione, destinatari dei contributi assegnati grazie alla delibera di scorrimento della graduatoria:


15) MIS2030 – Misano 2030 Green

Capofila: Comune di Misano Adriatico

Il progetto nasce dall’esigenza di portare attenzione sulle ricadute che avrà l’innalzamento del livello del mare nel tratto costiero in cui si trova Misano Adriatico. Attraverso un percorso partecipato di riflessione che vede il coinvolgimento dei vari stakeholders del territorio, operatori turistici, cittadini, migranti si cercherà di comprendere quali azioni a livello locale possono essere intraprese.

Scarica > la scheda completa (pdf53.12 KB)


16) Santarcangelo x il Clima

Capofila: Comune di Santarcangelo di Romagna

L’obiettivo finale del progetto è contribuire a promuovere la conoscenza, la comprensione critica e l’attuazione a livello locale dell’Agenda 2030 con un focus principale sull’OSS 13 - AGIRE PER IL CLIMA e sull’OSS 11 - CITTA’ E COMUNITA’ SOSTENIBILI. Sia i cittadini che i decisori politici risultano infatti scarsamente informati su questi temi e sulla connessione tra dimensione globale e locale.

Con il progetto si intende coinvolgere cittadini e gruppi di immigrati in un percorso partecipativo volto ad una riflessione congiunta sui temi suddetti e a comprendere quali azioni devono essere intraprese su scala locale per contribuire al raggiungimento degli obiettivi, con particolare riferimento al clima e alle questioni di genere e migrazione.

Scarica > la scheda completa (pdf74.42 KB)


17) URF@SDGS - Pianificazione strategica del territorio dell’unione

Capofila: Unione della Romagna Faentina

L’obiettivo generale del progetto è contribuire a promuovere la comprensione critica e l’implementazione a livello locale dell'Agenda 2030, sia da un punto di vista dell’informazione alla cittadinanza sia in merito alle azioni da intraprendere nel processo decisionale locale.

Scarica > la scheda completa (pdf64.88 KB)


18) ORTICELLI RIBELLI E GIARDINI RESISTENTI - PROGETTO PARTECIPATO DEI PICCOLI ORTI E DEI GIARDINI RIVOLUZIONARI

Capofila: Comune di Cavriago

Nel comune di Cavriago, in un contesto di vita che vede ampia partecipazione dei cittadini, dove il mondo del volontariato e dell’associazionismo rivestono un ruolo cardine, si colloca il progetto “Orticelli Ribelli e Giardini Resistenti”. Ruota attorno a tre filoni principali: educazione ambientale, educazione di genere e comunicazione, con lo scopo di creare una comunità coesa, sostenibile ed inclusiva con il supporto delle istituzioni locali.

Scarica > la scheda completa (pdf52.53 KB)

19) PPF – Pangea Photo Festival

Capofila: Comune di Castelnovo ne' Monti

Il progetto presentato mira alla divulgazione e approfondimento delle tematiche dell'Agenda 2030 (OSS 5, 11, 13, 16) attraverso la realizzazione di un Festival di fotografia ETICA diffusa nei luoghi formali e informali del territorio, con il coinvolgimento attivo di tutta la comunità, in particolare dell'associazionismo, delle scuole, dei giovani con l'auspicio che ciò possa stimolare le coscienze e determinare dei cambiamenti nelle scelte e nella vita quotidiana.

Si perseguono i seguenti obiettivi: inclusione e collaborazione con associazioni locali istituendo partnership in base alle varie tematiche proposte nelle mostre fotografiche e a seconda delle aree di lavoro e di pertinenza di ogni singola associazione, valorizzazione e promozione del territorio, con possibile indotto per le attività turistico/ricettive.

Scarica > la scheda completa (pdf79.61 KB)


20) Ex.Stra – Extracomunitari, stranieri, cittadini o ex-stranieri? 

Capofila: Comune di Castelfranco Emilia

L’obiettivo generale del progetto del Comune di Castelfranco è sensibilizzare la propria comunità sul tema dell’integrazione, dell’inclusione sociale e della parità di genere, diffondere e rafforzare la consapevolezza verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030, in particolare gli OSS 11, OSS 16, OSS 5.

Scarica > la scheda completa (pdf54.78 KB)


21) My Dear – Development, Education, Awareness Raising

Capofila: Unione Rubicone e Mare

In un territorio, quello del Rubicone, abitato in altissima percentuale da donne, si colloca il progetto “My Dear” che privilegia questo target e si muove attorno all’Obiettivo 5 dell’Agenda 2030 “raggiungere l'uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”. Si struttura in un dialogo fra donne migranti, native, richiedenti asilo e di diversa età, presenti nei Comuni Dell’Unione, attraverso lo strumento della fotografia.

Scarica > la scheda completa (pdf50.69 KB)


22) My Dear – Development, Education, Awareness Raising

Capofila: Comune di Cesenatico

In un territorio, quello del Rubicone, abitato in altissima percentuale da donne, si colloca il progetto “My Dear” che privilegia questo target e si muove attorno all’Obiettivo 5 dell’Agenda 2030 “raggiungere l'uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”. Si struttura in un dialogo fra donne migranti, native, richiedenti asilo e di diversa età, presenti nei Comuni Dell’Unione, attraverso lo strumento della fotografia.

Scarica > la scheda completa (pdf50.69 KB)


23) SASSO - SALVAGUARDIA AMBIENTALE PER UNA SPILAMBERTO PIU’
SOSTENIBILE DA OGGI

Capofila: Comune di Spilamberto

Il progetto SASSO nasce da una esplicita proposta formulata dal Consiglio Comunale dei Ragazzi di Spilamberto. E’ un percorso che unisce lo studio e l’uso dell'arte cinematografica agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, in particolare le tematiche relative alla lotta al cambiamento climatico con un focus sulla raccolta differenziata.

L'idea si basa sulla creazione di una campagna informativa peer to peer ideata partecipativamente dai ragazzi che, suddivisi in gruppi, parteciperanno a cicli di lezioni per lo studio e realizzazione della campagna stessa. Sono previsti diverse attività che termineranno con un’installazione al centro del paese della durata di un mese per la restituzione dei risultati.

Scarica > la scheda completa (pdf77.14 KB)


24) FORM2030 

Capofila: Comune di Formigine

L'obiettivo generale del progetto è realizzare un insieme di iniziative culturali e di comunicazione che contribuiscano a far comprendere in maniera critica e consapevole che cos'è l'Agenda ONU 2030, quali sono i suoi obiettivi e in che modo i progetti e le iniziative promosse a livello locale incontrano questi obiettivi.

Tali iniziative saranno rivolte a tutti i cittadini formiginesi e in particolare ai giovani, associazioni di volontariato e imprese.

Scarica > la scheda completa (pdf53.52 KB)


Per ulteriori approfondimenti:

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/22 17:10:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-01T10:11:32+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina