LIFE+ Climate changE-R

Risultati finali

Il progetto ha dimostrato che con l'adozione di buone pratiche è possibile ridurre i gas effetto serra prodotti dai sistemi agricoli dell'Emilia-Romagna.

Si riporta una sintesi dei risultati finali ottenuti durante il progetto, che si è concluso il 31 dicembre 2016. Tutti gli obiettivi che il progetto si prefiggeva sono stati raggiunti.

Nell’ambito delle filiere vegetali, l'obiettivo principale del progetto era il calcolo dell'impronta di Carbonio della fase agricola mediante l'applicazione dell’analisi del ciclo di vita (LCA) di grano duro, fagiolino, pomodoro, pesco e pero coltivati di tre diversi Livelli di Attenzione Ambientale (LAA).

I 3 diversi livelli di attenzione ambientale messi a confronto nelle aziende dimostrative sono stati:

  • LAA1 - norme di Condizionalità (le tecniche di produzione convenzionale corrispondenti alle disposizioni minime ambientali obbligatorie richieste dall’Unione europea – utilizzate qui come caso testimone);
  • LAA2 – le tecniche di Produzione Integrata (metodologie evolute di produzione sostenibile secondo i Disciplinari approvati dalla Regione Emilia-Romagna);
  • LAA3 – le buone pratiche dimostrate con il progetto LIFE+ Climate changE-R, che includono: Produzione Integrata + Sistemi di supporto alle decisioni (DSS) + tecniche agronomiche avanzate.

Nell'ambito delle filiere animani del bovino da carne e del bovino da latte, i livelli di LAA sono stati calcolati distintamente per l'allevamento e la produzione agricola. Per la parte relative all'allevamento i tre diversi ambientali a confronto sono stati:

  • LAA1 - utilizzando i livelli di emissione derivanti dall'inventario nazionale;
  • LAA2 – utilizzando i dati aziendali riferiti all'escrezione azotata e la composizione della razione prima dell'applicazione delle buone pratiche proposte dal progetto;
  • LAA3 – applicando le buone pratiche dimostrate con il progetto LIFE+ Climate changE-R relative alla qualità delle razioni in termini di digeribilità e le caratteristiche degli affluenti in relazione alla loro produzione in metano.

Per la parte agricola sono stati applicati i medesimi livelli proposti per le filiere vegetali sopra descritte.

I risultati conclusivi per le filiere vegetali e animali sono desumibili dal documento qui allegato (pdf1.17 MB). Per un maggiore dettaglio si rimanda alle analisi dei risulatati per singola filiera.

Le buone pratiche scaturite dal progetto (livello LAA3) sono riassunte nella tabella qui allegata (pdf372.6 KB).

Infine, il progetto ha proposto una metodologia per valutare la sostenibilità economica dell'applicazione delle buone pratiche.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/03/22 11:10:00 GMT+1 ultima modifica 2018-03-26T12:11:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina