Shaping fair cities

Progetto E.T.I.C.A. : i cambiamenti climatici e l'urgenza di agire per il clima

Un ciclo di video-laboratori teatrali e un cortometraggio sul tema dei cambiamenti climatici

Nell'ambito del progetto E.T.I.C.A. - Emergenza Terra: Incontro, Cambiamento, Ambiente, realizzato dal Servizio Politiche Giovanili dell'Unione dei Comuni Savena-Idice e finanziato dal bando Shaping Fair Cities della Regione Emilia-Romagna, è stato completato un ciclo di video-laboratori teatrali e realizzato un cortometraggio sul tema dei cambiamenti climatici, con particolare riferimento all’obiettivo 13 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Con l’obiettivo di promuovere azioni per combattere il cambiamento climatico, invertire la rotta e contenere il riscaldamento globale è stato inn anzi tutto prodotto un emozionante video dedicato al nostro pianeta.

Affrontare le sfide che i cambiamenti climatici impongono con un approccio “dal basso” e capace di coinvolgere in prima battuta i più giovani. Una visione – quella del progetto E.T.I.C.A. Emergenza Terra: Incontro, Cambiamento, Ambiente – che vuole promuovere una cultura ambientale che sappia farsi sempre più condivisa, consapevole e partecipata.

I giovani interpreti citano un espediente davvero originale: l’“effetto della veduta d’insieme”, secondo cui la Terra dallo spazio appare piccola e fragile.

Si tratta di un cambiamento della consapevolezza raccontato da alcuni astronauti durante l’osservazione del nostro pianeta da lunghe distanze, capace di modificare per sempre la loro percezione sul mondo e sulla vita. Vedere la Terra che galleggia pericolosamente nel vuoto, avvolta da un’atmosfera sottile che la protegge dall’ambiente oscuro, fa percepire all’osservatore un’immagine del tutto nuova rispetto a quella a cui siamo abituati stando sulla sua superficie.

Grazie a questa visione d’insieme, gli astronauti sono portati a considerare la Terra come priva di confini e conflitti, uno splendido pianeta azzurro, un indifeso guscio di noce circondato in ogni direzione da un oceano di tenebra e mistero.

Il video prosegue con le immagini di un flashmob che omaggia la Terra, accompagnate dal brano "La terra è tutto ciò che abbiamo" scritto e interpretato da Nicola Silvi in arte JEI DNA.

Guarda il video promo > QUI

IMG_20200530_171850.jpg

Durante i mesi di lockdown, i ragazzi coinvolti nell’iniziativa si sono resi disponibili a continuare a distanza il corso teatrale che avrebbe dovuto essere in presenza, imparando molto sul teatro e le sue regole, ma recependo anche i principi base sulle tecniche di ripresa video e di montaggio. È stato in questo modo possibile completare lo spettacolo che racconta in sei scene – prologo, allunaggio, animali, proteste, covid-19 e eremiti – come si può acquisire consapevolezza sulla fragilità della Terra e su quanti e quali modi ci siano per tutelarla e salvaguardarla.

Su queste basi è stato prodotto anche il video-spettacolo “L’ultima arca” sul tema dei cambiamenti climatici, sempre con particolare riferimento all’azione 13 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. 

I video-laboratori teatrali sono stati realizzati dall’Associazione Cà Rossa, in collaborazione con il Centro Giovanile Pianoro Factory e il Centro Giovanile GoVillaz; l’agenzia Visual Lab si è occupata delle riprese e del montaggio per il primo e per il secondo video.

Guarda il Video Spettacolo "L’ultima Arca" > QUI 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/21 10:36:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-01T10:26:48+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina