LIFE+ Climate changE-R

Obiettivi

Il progetto intende dimostrare come ridurre i gas effetto serra prodotti dal sistema agricolo dell'Emilia-Romagna.

PomodoroL’obiettivo del progetto è mettere a punto nuovi disciplinari di produzione agricola e zootecnica, utilizzando le tecnologie più avanzate individuate dalla ricerca, in ambito locale ed internazionale, e partendo dall'esperienza ormai consolidata in Emilia-Romagna della produzione integrata e delle migliori tecniche di gestione degli allevamenti.
Le Buone pratiche (BP), contenute nei disciplinari, potranno prevedere, ad esempio, la riduzione dell’uso di fertilizzanti e fitofarmaci, una più razionale gestione delle risorse idriche, tecniche di lavorazione della terra più leggere, diverse modalità di gestione delle deiezioni, nuovi tipi di alimentazione degli animali.

I gas più coinvolti nel cambiamento climatico sono l’anidride carbonica (CO2), il protossido di azoto (N2O) e il metano (CH4). Secondo gli esperti, il settore agricolo nel suo complesso contribuisce al 6,7% della produzione di gas serra  (GHGs - greenhouse gases). L’applicazione delle BP del progetto, su scala regionale, potrà ridurre le emissioni di origine agricola dell'Emilia-Romagna di 0,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti in tre anni, in coerenza con gli obiettivi europei della Strategia Europa 2020.

I settori produttivi su cui si concentra il progetto sono: grano duro, pomodoro da industria, pero, pesco, fagiolino, bovini (per la produzione di latte alimentare e di Parmigiano-Reggiano e da carne).Pera abate

Per stimare l'impronta del carbonio di ogni coltura, ovvero le emissioni dei GHGs, il progetto usa la metodologia del Life Cycle Assessment (LCA).

Una parte importante del progetto è rappresentata, inoltre, dalle visite dimostrative, aperte al pubblico, nelle aziende in cui vengono messe a punto le BP.

L’obiettivo finale del progetto è, infatti, introdurre in modo stabile i nuovi disciplinari nelle filiere produttive regionali, grazie anche ai provvedimenti legati alla sostenibilità ambientale previsti nel nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/12/19 14:55:00 GMT+2 ultima modifica 2015-05-19T16:52:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina