LIFE+ Climate changE-R

Barilla

Barilla logoBarilla - Parma, è tra i primi gruppi alimentari italiani, leader nel mercato continentale, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi scandinavi. Barilla possiede 36 stabilimenti produttivi e 9 mulini. I prodotti sono esportati in oltre 100 paesi: gli stabilimenti forniscono circa 2,5 milioni di tonnellate di prodotti alimentari, che sono consumate sulle tavole di tutto il mondo, con i diversi marchi (www.barillagroup.com).
Il Barilla Center for Food and Nutrition è il centro di pensiero nato nel 2009 al fine di analizzare i temi legati alla alimentazione e alla nutrizione. Nel 2011 il Bcfn ha approfondito lo studio sulla Doppia Piramide: partendo dalla piramide alimentare della Dieta Mediterranea si è costruita una piramide ambientale posizionando gli alimenti in base al loro impatto ambientale. Si è così scoperto che la posizione degli alimenti nella piramide alimentare e nella piramide ambientale è quasi la stessa, sebbene invertita. La Doppia Piramide dimostra i benefici della dieta mediterranea: miglioramento della qualità di vita e minor impatto ambientale.
Barilla ha promosso studi sull'analisi e il confronto di diversi sistemi per la coltivazione del grano duro dimostrando che in molti casi gli agricoltori potrebbero diminuire significativamente le emissioni di CO2 (oltre il 30%) e altri impatti ambientali correlati, spesso aumentando l’utile e la qualità del prodotto. Per ottenere questi risultati è fondamentale la scelta di un’adeguata rotazione colturale e un efficiente utilizzo dei mezzi tecnici. L’analisi ha permesso di creare una metodologia per confrontare la sostenibilità di diverse rotazioni colturali e pratiche agricole. È stato redatto il “Decalogo per la coltivazione sostenibile del grano duro di qualità in Italia” contente indicazioni per gli agricoltori ed è stata infine avviata una sperimentazione per verificare ulteriormente i risultati conseguiti e per estendere su larga scala il modello di agricoltura sostenibile individuato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/02/17 13:35:27 GMT+1 ultima modifica 2014-02-17T14:35:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina