Food Chains 4 Eu

I progetti String e FoodChains4Eu e il loro contributo alle politiche agricole regionali

Presentati in un webinar i risultati dei due progetti Interreg Europe che hanno permesso alla Regione Emilia-Romagna – DG Agricoltura di confrontarsi con 11 regioni europee di 8 Stati membri

Il meeting finale degli stakeholder dei progetti String e FoodChains4Eu , che si è tenuto online lo scorso il 17 giugno, è stata l’occasione per fare il punto, oltre che sui risultati dei progetti, anche sulle future politiche regionali nel settore agroalimentare e sulle prospettive di integrazione tra i fondi Psr-Feasr e Por-Fesr.

La convergenza dei due progetti, co-finanziati dal programma InterregEurope, è sul tema dell'innovazione: come migliorare le politiche, le strategie e il sostegno all'innovazione nelle diverse aggregazioni del settore agroalimentare come le filiere produttive e i clusters.

Il programma di cooperazione interregionale Interreg Europe 2014-2020 ha come punto di partenza la conoscenza, il confronto e lo scambio di buone pratiche tra Amministrazioni regionali e locali e come obiettivo finale l’elaborazione di piani di azione che le autorità regionali possano poi utilizzare per indirizzare le proprie politiche.

Come sottolineato negli interventi dei relatori, i progetti String e FoodChains4Europe hanno permesso alla nostra Regione di confrontarsi con 11 regioni europee di 8 Stati Membri. Al centro del lavoro vi è stato il confronto tra le esigenze dei territori, le politiche regionali e l’utilizzo degli strumenti dell’Unione europea, in particolare dei Fondi strutturali. Importante è stato vedere come in altri Paesi si opera per trarre i migliori risultati dalla combinazione di diversi strumenti di programmazione, in particolare di come migliorare la complementarietà tra Psr, Por-Fesr, progetti e ottimizzarne le potenzialità.

Oltre al focus sull’innovazione come motore dello sviluppo ed elemento imprescindibile per la valorizzazione del territorio e delle sue vocazioni produttive, un altro elemento consolidato emerso nelle relazioni, è l’attenzione alla sostenibilità ambientale, in particolare nel campo del packaging alimentare,

In uno degli interventi, infatti, sono stati presentati i risultati di una ricerca comparativa dell’Università di Bologna sulla logistica e i sistemi di produzione degli imballaggi nel settore ortofrutticolo, sia in termini di emissioni di CO2 sia di convenienza economica.

I progetti InterregEurope sono stati precursori degli obiettivi tracciati dalla Commissione e dal Parlamento europeo per la futura programmazione 2021-2027, che insisterà sull’importanza dell’innovazione e del sistema della conoscenza, sullo sviluppo sostenibile, sulla centralità del contrasto ai cambiamenti climatici e sulla valorizzazione dei territori e della dimensione locale coerente con il contesto europeo.

Qui il Programma completo dell’evento  (pdf277.23 KB)

Qui il Link alla registrazione del webinar e alle presentazioni dei relatori

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina